Assistenza sociale Sussidio sociale

È possibile esercitare il diritto al sussidio sociale se non si possiede un reddito e un patrimonio tale da consentire la sopravvivenza.

Il sussidio sociale garantisce ai beneficiari di soddisfare le esigenze minime di sostentamento. La richiesta di sussidio sociale va presentata presso il Centro per il l'Assistenza Sociale competente.

Vloga za uveljavljanje pravic iz javnih sredstev/ Domanda per il riconoscimento dei diritti garantiti mediante fondi pubblici

 
Possibili modalità di consegna:
  • per via postale
  • personale

Vloga za izredno denarno socialno pomoč / Domanda di sussidio sociale finanziario straordinario

 
Possibili modalità di consegna:
  • per via postale
  • personale

Ha diritto al sussidio sociale colui che ha la residenza stabile nella Repubblica di Slovenia ed è:


  • cittadino della Repubblica di Slovenia, con residenza stabile registrata nella RS, o
  • lo straniero che ha il permesso di soggiorno nella RS e ci vive effettivamente, o
  • colui che può richiedere il sussidio sociale e il sostegno al reddito, in base ad atti internazionali, vincolanti per la Repubblica di Slovenia, o
  • colui a cui è stata concessa una tutela internazionale, o a un membro della sua famiglia e, secondo il diritto al ricongiungimento familiare, ha ottenuto il permesso di soggiorno nella RS, dove ha la residenza stabile o temporanea registrata,


vanno soddisfatte anche le seguenti condizioni:


  • è necessario essere iscritti ai registri dei disoccupati o delle persone in cerca di lavoro, presso l’Ufficio di collocamento della RS,
  • l’ammontare del proprio reddito non deve superare l'ammontare del reddito minimo,
  • non si dispone di beni e risparmi che consentono la sopravvivenza
  • si risolvono attivamente i propri problemi sociali.


È possibile beneficiare del sussidio sociale


  • se tramite lavoro, diritti o garanzie derivanti da esso, redditi da immobili o da altre fonti, indennità, entrate previste da altre norme, aiuto di coloro che sono obbligati a sostenervi o in qualche altro modo previsto dalla legge, non sono soddisfatte le esigenze minime di sostentamento,
  • se non è possibile garantire per sé stessi e per i propri familiari fondi pari all’ammontare del reddito minimo per motivi che esulano dalla propria influenza, e si ha diritto a ricevere denaro secondo altri regolamenti, nonché il diritto a esenzioni e sgravi, secondo la legge sull'esercizio dei diritti derivanti da fondi pubblici.


Il sussidio sociale dipende da:


  • ammontare dei redditi,
  • numero dei membri familiari,
  • patrimonio,
  • risparmi,
  • cure garantite,
  • la presenza di qualsiasi motivo di colpevolezza (se non si è iscritti all’Ufficio di collocamento della RS, passando per la detenzione, ecc.);


il sussidio sociale viene assegnato per un periodo di tempo stabilito in base alle circostanze:


  • da 1 a 3 mesi: alla prima domanda,
  • da 1 a 6 mesi: alla successiva domanda di percepimento continuo del sussidio sociale, se le circostanze a base dell'assegnazione e l’ammontare del sussidio siano rimaste invariate,
  • per massimo 1 anno, se a causa d'età superiore ai 63 anni per le donne e 65 per gli uomini, malattia, disabilità o altre circostanze, la situazione sociale del beneficiario non dovrebbe migliorare,
  • permanente: per coloro che sono permanentemente disoccupati o inabili al lavoro, donne disoccupate maggiori di 63 anni e uomini disoccupati di età superiore a 65 anni, che non dispongono di nessun bene o si trovano in un regime di tutela istituzionale, e per i familiari che soddisfano le condizioni di cui sopra.


Limite all’eredità


Se il defunto ha ricevuto il sussidio sociale per più di 12 mesi, l’eredità dei suoi beni è limitata al totale di 12 dei più alti importi mensili, ridotti successivamente di un terzo dei sussidi ricevuti.


Se il defunto ha ricevuto il sussidio sociale per 12 mesi o meno, la richiesta dell’eredità non è valida. Per questo motivo non c'è bisogno di restituire i sussidi sociali straordinari.

Commenti