IT: Filtriranje se bo izvedlo ob spremembi izbire filtra in ne zahteva dodatne potrditve. IT: Skoči na filtre seznama

Elezioni, referendum e partiti politici: Candidatura a membro del consiglio comunale

Le elezioni locali comprendono l'elezione del sindaco e dei membri dei consigli comunali.

I candidati e le liste dei candidati al consiglio comunale sono determinati dai partiti politici nel comune e dagli elettori nella circoscrizione.

I candidati a membri dei consigli comunali, rappresentanti delle comunità nazionali italiana e ungherese in singoli comuni, sono determinati dagli elettori membri di queste comunità nazionali con le firme di almeno 15 di essi.


I candidati a membri dei consigli comunali, rappresentanti delle comunità rom in singoli comuni, sono determinati dagli elettori membri di queste comunità con le firme di almeno 15 di essi o dall’organo dell’associazione dei rom nel comune.


Per ogni candidatura è necessario il consenso scritto del candidato.


Le elezioni locali, nelle quali si vota il sindaco e i membri dei consigli comunali, si svolgono ogni quattro anni. Accanto a queste, si svolgono le elezioni ai consigli comunali delle singole parti dei comuni (comunità locali, paesane, di quartiere).


Nelle elezioni locali, gli elettori hanno il diritto di votare solo nel comune in cui hanno la residenza stabile Se non si dispone di una residenza stabile registrata, si vota nel comune in cui si dispone di una residenza temporanea registrata.


Nelle elezioni locali, il diritto al voto spetta ad ogni cittadino che ha compiuto diciotto anni di età ed è:


  • cittadino della Repubblica di Slovenia (RS),
  • cittadino di altri Stati membri dell'Unione europea, che ha un permesso di residenza stabile registrato in RS o un certificato di registrazione di residenza temporanea in Slovenia.


Alle elezioni locali possono votare anche gli stranieri che hanno un permesso di residenza stabile registrato in RS.


La restrizione all'esercizio del diritto di voto nelle elezioni locali si applica alle persone private della capacità giuridica o dei diritti parentali estesi, in base alle disposizioni della legge che disciplina il diritto di voto nell'Assemblea Nazionale.

Commenti