Matrimonio Contrazione di matrimonio e costituzione di unione civile in Slovenia

Per matrimonio s’intende un rapporto di convivenza tra uomo e donna, regolato dalla legge al cui interno i coniugi godono degli stessi diritti e doveri. Per unione civile s’intende un rapporto di convivenza tra due donne o due uomini al cui interno i partner godono degli stessi diritti e doveri.

Il matrimonio e l'unione civile si fondano sulla libera scelta di contrarre matrimonio o costituire unione civile, sul legame emotivo reciproco, sul rispetto reciproco, sulla comprensione, sulla fiducia e sul sostegno reciproci.

Per matrimonio s’intende un rapporto di convivenza tra uomo e donna, regolato dalla legge al cui interno i coniugi godono degli stessi diritti e doveri. Per unione civile s’intende un rapporto di convivenza tra due donne o due uomini al cui interno i partner godono degli stessi diritti e doveri. In tutti gli ambiti giuridici, l'unione civile produce gli stessi effetti giuridici del matrimonio, fatti salvi la possibilità dei partner in un'unione civile di adottare un figlio e il diritto ai trattamenti di procreazione medicalmente assistita.

La coppia che vuole celebrare il matrimonio denuncia la sua intenzione all'ufficiale di stato civile che tiene il registro dei matrimoni per la località in cui si vuole celebrare il matrimonio. Nella denuncia si dichiara che il matrimonio sarà celebrato di libera volontà e che sono adempiuti i requisiti per la sua validità.


Per celebrare il matrimonio è necessaria la presenza:


  • di entrambi i futuri coniugi,
  • della sovraintendenza dell’unità amministrativa o di una persona autorizzata e
  • dell’ufficiale di stato civile


Il testimone del matrimonio può essere qualsiasi persona che abbia capacità funzionale.


Il matrimonio viene celebrato pubblicamente e solennemente negli appositi spazi ufficiali previsti dall'unità amministrativa. Le unità amministrative, almeno un giorno alla settimana nell’orario d’ufficio, garantiscono la possibilità di celebrare matrimoni presso la propria sede, nonché determinano gli orari ufficiali dei matrimoni nei sabati. Il matrimonio può essere celebrato anche fuori dagli spazi ufficiali, se i futuri sposi indicano motivi giustificati, come malattia grave, ecc.


Ogni unità amministrativa può consentire la celebrazione di matrimoni, fuori dagli spazi ufficiali o fuori dall'orario ufficiale, anche per altri motivi, emanando un’ordinanza con cui addebitano le spese ai futuri sposi.


In Slovenia il matrimonio può celebrarsi anche con uno straniero, che deve presentare i seguenti documenti:


  • estratto dal registro dello stato civile,
  • certificato del suo stato civile (celibe/nubile),
  • certificato rilasciato dal paese di cui ha la cittadinanza che non vi sono impedimenti alla contrazione di matrimonio all'estero (gli ultimi due certificati possono essere uniti in un certificato),
  • certificato di cittadinanza (passaporto).


Gli atti pubblici stranieri per essere utilizzati nella Repubblica di Slovenia devono essere autenticati prima dal Paese di origine e in seguito dal Ministero degli Affari Esteri della Repubblica di Slovenia o dalle rappresentanze consolari della Repubblica di Slovenia all'estero. L'autenticazione degli atti non è necessaria quando:


  • tra i paesi firmatari della Convenzione dell'Aia relativa all'abolizione della legalizzazione di atti pubblici stranieri è sufficiente l'autenticazione con il timbro di "APOSTILLE",
  • tra i paesi che hanno stipulato accordi bilaterali sul riconoscimento reciproco degli atti senza autenticazione,
  • per estratti dai registri dello stato civile rilasciati in base alla convenzione di Vienna o quella di Parigi.

    Ai fini della costituzione di un'unione civile con un cittadino straniero si applicano le disposizioni vigenti per contrarre matrimonio con un cittadino straniero.
Commenti