Asili e tutela dei bambini Iscrizione del bambino all’asilo

È possibile iscrivere all’asilo, in qualsiasi momento durante l’anno, un bambino che abbia raggiunto l'età di 11 mesi.

È possibile iscrivere all’asilo bambini, in qualsiasi momento durante l’anno, se ci sono posti vacanti disponibili; a tal fine gli asili, almeno una volta l’anno, pubblicano una gara pubblica per l’iscrizione dei nuovi arrivati al successivo anno scolastico.

È possibile iscrivere all’asilo bambini che raggiungono l'età di 11 mesi se i genitori non fanno valere più i diritti al congedo parentale in forma di completa assenza dal lavoro.


I genitori, nella scelta dell’asilo, non sono legati ad asili siti nel comune di residenza permanente o temporanea, ma possono scegliere l’asilo in qualsiasi comune. Il comune della residenza stabile è tenuto a coprire la differenza tra il prezzo del programma e il pagamento dei genitori, indipendentemente dall’asilo pubblico o privato con concessione in cui il bambino è iscritto.


Se all’asilo vengono iscritti più bambini rispetto ai posti vacanti, la commissione decide in merito all’ammissione. I bambini con disabilità e i bambini provenienti da famiglie socialmente svantaggiate, con un certificato da parte del centro per il lavoro sociale competente, hanno la priorità per quanto riguarda l’iscrizione. Il comune può concedere la priorità anche ai genitori che hanno la residenza stabile registrata nel suo territorio.


L’asilo avvisa per iscritto i genitori sulla data d’iscrizione e sulle condizioni di ammissione del bambino; i genitori stipulano con l'asilo un accordo sui diritti e gli obblighi reciproci. Al momento dell’ammissione all'asilo, i genitori devono presentare anche il certificato del pediatra sulla condizione medica del bambino.

Commenti