Diritti e redditi famigliari Congedo parentale

Il congedo parentale è destinato alla cura e alla tutela del bambino subito dopo la fine del congedo di maternità.

Il congedo parentale dura 260 giorni. Ne può beneficiare uno dei genitori del bambino, entrambi i genitori e, a determinate condizioni, anche un'altra persona.

Dogovor o izrabi starševskega dopusta samo enega od staršev/posvojiteljev / Accordo sull’utilizzo del congedo parentale di solo uno dei genitori/adottanti

 
Possibili modalità di consegna:
  • per via postale
  • personale

Il diritto al congedo parentale si esercita presso il centro del lavoro sociale, insieme all’esercizio del diritto al congedo di maternità o paternità.


Può beneficiare del congedo parentale uno dei genitori del bambino o anche, per lo stesso figlio, entrambi i genitori. I genitori, circa l'uso del congedo parentale, concordano per iscritto entro e non oltre 30 giorni prima della scadenza del congedo di maternità.


Nell’accordo determinano con precisione il periodo e il metodo di utilizzo del congedo. L'accordo, insieme alla domanda per l'esercizio del diritto al congedo parentale, va presentato presso il centro per il lavoro sociale, informandone il datore di lavoro. Se i genitori non riescono ad accordarsi su chi beneficerà del diritto al congedo parentale, la decisione sarà affidata al centro per il lavoro sociale.


Ciascuno dei genitori esercita il proprio diritto al congedo parentale con una domanda indipendente. La domanda deve essere accompagnata dall’accordo tra genitori e datori di lavoro.


La madre può utilizzare 260 giorni di congedo parentale se il padre le trasferisce tutti i 130 giorni di congedo parentale. Il padre può utilizzare un massimo di 230 giorni se la madre gli trasferisce 100 giorni di congedo parentale. A proposito del trasferimento del congedo parentale, i genitori devono concludere un accordo presso il centro per il lavoro sociale.


Il congedo si può estendere:

  • alla nascita di gemelli, di altri 90 giorni.
  • alla nascita di più figli, il congedo parentale è esteso, per ogni altro figlio, di altri 90 giorni.
  • alla nascita prematura - per tanti giorni quanti quelli della gravidanza minore di 260 giorni
  • alla nascita di un bambino che ha bisogno di cure speciali e di tutela - il congedo parentale è esteso di altri 90 giorni (in base al parere della commissione medica competente);
  • alla nascita del bambino, se i genitori si curano e sostentano almeno altri due figli, fino alla fine della prima classe della scuola elementare - il congedo parentale è esteso di 30 giorni, per tre figli di 60 giorni, e per quattro o più figli di 90 giorni.


I diritti di cui sopra non sono cumulabili.


L’estensione del congedo si applica insieme alla domanda per l'esercizio del diritto al congedo parentale.


Fino ad aprile 2014, per il congedo parentale si è utilizzato il termine di congedo di maternità, mentre per il congedo di maternità si chiamava congedo per parto.

Commenti