Diritti e redditi famigliari Congedo di maternità

Il congedo di maternità è destinato alla preparazione al parto, alla cura e alla tutela del bambino subito dopo la nascita e alla tutela della salute della madre alla nascita del bambino e successivamente ad essa.

Il congedo di maternità inizia normalmente 28 giorni prima della data presunta del parto e dura 105 giorni. Dopo il congedo di maternità subentra il congedo parentale, che dura altri 260 giorni.


Fino ad aprile 2014 per il congedo di maternità si è utilizzato il termine di congedo per parto, mentre il congedo parentale si chiamava congedo per la cura e la tutela del bambino.

Vloga matere za uveljavitev pravic ob rojstvu otroka / Domanda della madre per esercitare i diritti alla nascita del bambino

 
Possibili modalità di consegna:
  • per via postale
  • personale

Podatki o zaposlitvi in o plači oziroma osnovi, od katere so bili obračunani prispevki za starševsko varstvo / Dati sull'occupazione e sulla paga ovvero sulla base da cui sono stati calcolati i contributi all’assistenza parentale

 
Possibili modalità di consegna:
  • per via postale
  • personale

Il congedo di maternità dura 105 giorni. Il congedo di maternità inizia normalmente 28 giorni prima della data presunta del parto, stabilita dal ginecologo.


Del congedo di maternità si può usufruire in forma di piena assenza dal lavoro, in un unico periodo (senza interruzioni).


Entro 60 giorni antecedenti la data prevista per il parto, è necessario presentarsi presso il proprio centro per il lavoro sociale, dove è possibile conoscere le ulteriori procedure e diritti.


Se si è lavoratori dipendenti, è necessario informare il datore di lavoro per iscritto sull'inizio del congedo di maternità, almeno 30 giorni prima dell'inizio del congedo. Se il datore di lavoro non è stato informato sulla nascita di un bambino, è necessario provvedere entro tre giorni dalla nascita personalmente o tramite un parente.


Se alla data di nascita non è stato ancora esercitato il diritto al congedo di maternità, esso verrà esercitato automaticamente alla data di nascita, ma la parte inutilizzata di esso non potrà essere utilizzata dopo il parto.


Il diritto al congedo di maternità è esercitato presso il centro per il lavoro sociale, dove si ha la residenza stabile registrata. A tal proposito dovete fare attenzione che

  • 60 giorni prima della data del parto, è necessario presentarsi al centro per il lavoro sociale dove ottenere informazioni riguardo tutte le procedure successive e i diritti in materia di assicurazione per la tutela parentale,
  • entro e non oltre 30 giorni prima dell'inizio del congedo di maternità, è necessario informare il proprio datore di lavoro,
  • se si dà alla luce un bambino prima di aver informato il datore di lavoro sull’esercizio del diritto al congedo di maternità, è necessario provvedere entro tre giorni successivi alla nascita del bambino, a meno che il vostro stato di salute non lo permetta; in questo caso, il datore di lavoro deve esserne informato da uno dei parenti o dal servizio sanitario,
  • se come madre si stipula un contratto di lavoro 58 giorni o meno prima della data presunta del parto, è necessario informare il datore di lavoro sull’inizio del congedo di maternità alla stipula del contratto di lavoro.
Commenti